Articoli

Da
_
dove
_
viene
_
il
_
latte
_
che
_
bevi?
_
Realtà
_
virtuale
_
per
_
collegare
_
brand
_
e
_
consumatori

Sviluppo app

Un’esperienza in realtà virtuale con un video a 360° in cui l’utente sale su una Jeep e accompagna un allevatore durante una visita ai suoi pascoli per conoscere l’origine del nuovo Leche Eroski (latte Eroski) dei Paesi Baschi e della Navarra.

È questo l’ultimo progetto del Brand Games Studio di Cuatroochenta, sviluppato attraverso l’agenzia pubblicitaria Ros con il materiale registrato da Micrea.

L’obiettivo è di creare un rapporto più stretto fra prodotto e consumatore e, allo stesso tempo, di promuovere il consumo responsabile con il motto “è il latte che beviamo tutti”, che si riferisce a un prodotto buono per il consumatore, ma anche per gli allevatori locali e per l’ambiente.

Un modo innovativo di attirare l’attenzione del consumatore, permettendogli di conoscere il prodotto e di entrare in un mondo che non si vede sui brick: da dove viene il latte che beviamo? La soluzione proposta dall’agenzia Ros con la tecnologia di Cuatroochenta è riuscita in quest’impresa. Con un paio di occhiali 3D per la realtà virtuale, chiunque può visitare l’allevamento con i proprietari e ascoltare le loro spiegazioni.

Objetivo relevante para el desarrollo de apps

Così, dopo la presentazione ufficiale avvenuta al Museo Vasco di Bilbao e al Centro congressi Baluarte di Pamplona, il gruppo Eroski ha invitato anche i suoi clienti a partecipare all’esperienza, organizzando iniziative promozionali nei suoi supermercati e attività di street marketing a San Sebastián, Bilbao e Pamplona.

In definitiva, è un ottimo esempio delle possibilità offerte dalle esperienze in realtà virtuale o aumentata e dai videogiochi applicati al marketing per favorire il contatto tra i brand e i loro clienti, direzione in cui sta lavorando il Brand Games Studio di Cuatroochenta, con la collaborazione del corso di design e sviluppo di videogiochi dell’Universitat Jaume I di Castellón de la Plana. Per questo servizio, siamo stati selezionati per il programma di immersione nella Silicon Valley organizzato dallo Spain Tech Center dell’ICEX, l’istituto spagnolo per il commercio estero.